TRENTO CENTRA LA DECIMA!

Condividi su Facebook

Campionato
Pubblicato il 04-01-2021 da Luca Campobasso
Immagine
Trentino Volley.
William Hill IT Italiano

La squadra di Lorenzetti vince 3-1 contro la capolista.

3/1/20, ore 18:00
Pala Barton, Perugia
Arbitri: Simbari_Sobrero
Sir Safety Conad Perugia-Itas Trentino 1-3 (20-25/25-23/19-25/21-25)
MVP: Abdel Aziz

E’ la sfida delle sfide, quelle dalle tante emozioni, quelle tutte da vivere poiché entrambe le squadre sono reduci da diverse vittorie consecutive.
Questa sera Trento non gioca la partita perfetta, ma di perfetto ci mette la grinta, la determinazione, l’unità di una squadra che, nonostante perda il secondo parziale, non si scoraggia. Dall’altra parte del campo, Perugia non è stata la migliore si sempre, è ceduta sotto i muri e le ottime battute dei trentini, fondamentali che questo pomeriggio hanno fatto la differenza. La vittoria di questa sera riapre la Regular Season poiché anche Giannelli e compagni si avvicinano sempre di più al terzo posto.

Sestetti
Perugia parte con la diagonale Travica-Veron Evans (sostituito poi a tratti da Ter Horst), Leon-Plotnyskyi schiacciatori, Solè-Ricci al centro e Colaci libero. Trento schiera invece Giannelli in regia, Abdel Aziz opposto, Lucarelli-Michieletto in banda, Lisinac-Podrascanin centrali e Rossini libero.
La gara
Primo set: Parte forte l’Itas che, con l’ace di Lisinac, trova il primo break sul 2-6 fino al successivo 3-9 conquistato grazie a due muri consecutivi di Giannelli. Si prosegue a distanza ma Perugia, con l’ingresso di Ter Horst, recupera fino al 18-19. Trascinata dai 9metri da Lucarelli, grazie all’errore in attacco di Ter Horst, Trento si porta sullo 0-1.
Secondo set: Inizio punto a punto in cui i trentini trovano il primo vantaggio sul 10-12 grazie al muro di Podrascanin ma l’ace di Ricci riporta tutto in parità. L’ace di Plotnyskyi segna il 17-15 Lucarelli pareggia i conti con un ace. Scappa ancora la Sir sul 23-20,
Trento recupera, ma è la pipe di Leon che riporta il match in parità.
Terzo set: Buona partenza di Perugia che conduce sul 12-7 fino all’ace di Giannelli e al muro di Nimir su Leon che segnano il 12-10. È punto a punto ma l’ace di Nimir segna il sorpasso trentino. Perugia crolla sul servizio di Michieletto e sui muri di Giannelli e Lucarelli; ma nel finale è il muro di Kooy su Ter Horst che porta Trento sull’1-2.
Quarto set: E’ ancora l’Itas a condurre il parziale trovando il massimo vantaggio sul 9-14 con il muro di Evans su Michieletto. Non ci stanno gli umbri che, con l’ace di Evans, si portano sul 14-17. Si prosegue a distanza, Perugia commette diversi errori ma fatale è l’invasione di Evans che consegna la vittoria al team di Lorenzetti.

I commenti
Abdel Aziz: “La cosa bella è che non abbiamo mai mollato, abbiamo iniziato molto bene,
poi siamo crollati, abbiamo ricominciato a giocare bene. Alla fine abbiamo vinto con la
grinta, ci abbiamo messo più energia; penso che abbiamo fatto bene a muro e difesa ma
piano piano siamo stati più tranquilli e più carichi. Perugia è una squadra molto difficile da
affrontare, lo abbiamo visto nel primo set, loro sono una squadra che non molla mai ma
siamo certi che nn è stata la miglior Perugia della stagione. Questa partita è stata la svolta
perché abbiamo riaperto anche la stagione dal punto di vista dei punti in classifica”.
Solè: “Peccato cominciare così perché dobbiamo essere consapevoli che non è stata una
bella partita, abbiamo giocato male. Adesso dobbiamo andare avanti a testa alta,
sappiamo che abbiamo margini di miglioramento; personalmente penso che abbiamo
avuto tanti alti e bassi e siamo crollati in diversi tratti del match. Sicuramente il problema
più grande è stato l’attacco, oggi abbiamo preso tante murate e abbiamo commesso
diversi errori che erano da evitare.

Martina Albertini