PIACENZA CONQUISTA IL QUARTO POSTO

Condividi su Facebook

Campionato
Pubblicato il 14-12-2020 da Luca Campobasso
Immagine
Gas Sales Bluenergy Piacenza.
William Hill IT Italiano

Il team di Bernardi si rialza dopo la sconfitta contro
Perugia vincendo 3-0 contro Cisterna.

13/12/20, ore 18:00
PalaBanca, Piacenza
Arbitri: Luciani_Turtù
Gas Sales Bluenergy Piacenza-Top Volley Cisterna 3-0 (25-21/25-19/25-17)
MVP: Finger

Una super Piacenza conquista un’ottima vittoria dando prova ad un gioco di squadra che
ha fatto la differenza. Una vittoria ottenuta con due nuovi innesti, Mousavi e Finger, in cui
proprio quest’ultimo ha trascinato i compagni al quarto posto in classifica. Dall’altra parte
del campo, Cisterna, fatica moltissimo, commette molti errori in attacco nei momenti
chiave del match, ma è una squadra che non riesce a trovare la chiave per uscire da
questo periodo molto complicato.

Sestetti
Piacenza parte con Baranowicz al palleggio, Finger opposto, Russell-Clevenot in banda,
Polo-Mousavi al centro e Scanferla libero. Cisterna schiera invece la diagonale Seganov
(sostituito da Sottile)-Sabbi, Tillie-Randazzo (nel terzo set anche Cvauto) schiacciatori,
Krick-Szwarc (a tratti anche Rossi) centrali e Cavaccini libero.
La gara
Primo set: Dopo un inizio punto a punto, gli emiliani si portano sull’11-7 grazie all’errore di
Sabbi in attacco ma l’ace di Swarzc e il muro di Sabbi su Russell riportano la sfida in
parità. È un gioco di continui sorpassi e controsorpassi ma sono i due contrattacchi di
Finger che portano Piacenza sul 19-15. L’errore dai 9metri di Sabbi segna l’1-0 in favore
die padroni di casa.
Secondo set: E’ ancora un testa a testa sin dall’inizio ma il primo break è del team di
Bernardi grazie al muro di Finger su Randazzo (9-7). Si prosegue a distanza di due, ma il
muro di Mousavi su Tillie segna il 21-15. L’errore in battuta di Krick porta Piacenza sul
2-0.
Terzo set: Ottima partenza di Clevenot e compagni che trovano il primo vantaggio
sull’8-4. Si prosegue a distanza ma il Piacenza allunga fino al 16-10. Kovac inserisce
Sottile e Cavuto, ma la partita non cambia poiché l’ace di Finger e il muro di Tondo su
Randazzo consegnano la vittoria a Clevenot e compagni.

I commenti
Cavaccini: “Non c’è confusione tra noi in campo ma è chiaro che quando sei in queste
situazioni uscire fuori è sempre difficile, siamo in difficoltà mentalmente, non riusciamo a
fare qualcosa che possa darci la scossa: nessuno di noi riesce a essere sicuro e questo lo
paghiamo in ogni partita. La medicina non è facile da trovare altrimenti saremmo già usciti
da questa buca: ciascuno di noi deve scrollarsi di dosso l’insicurezza che ha, perché
questo è uno sport di squadra e proprio da questo si deve provare a ripartire. Una palla
può farti svoltare il set, ma questo finora non è arrivato e ci sono tante piccole cose che
pesano tantissimo e sentiamo il peso degli errori che facciamo. Loro hanno alzato il
livello, hanno fatto un side-out di altissimo livello, contrattacco molto alto e sono stati
molto concreti”.
Baranowicz: “Stiamo venendo fuori di gruppo, non sono con la squadra ma anche con la
società; eravamo senza opposti e la società ha avuto la forza di andare a prendere
Michael che è un valore aggiunto per la squadra. Ci stiamo allenando tanto e bene per
fare uno step in più e oggi, secondo me, abbiamo fatto un’ottima partita. Il campionato è
tutto aperto, ogni partita diventa fondamentale in termini di approccio e di risultati.
Adesso abbiamo un’altra partita in settimana da recuperare che sarà difficile, ma l’unico
pensiero è giocare giornata dopo giornata. Ci aiutiamo molto tutti, dobbiamo pensare di
essere tutti utili e nessuno indispensabile lavorando tanto tanto in palestra”.

Martina Albertini