Lo spettacolo è tornato!

Condividi su Facebook

Campionato
Pubblicato il 20-10-2019 da Luca Campobasso
Immagine
Luca Campobasso.
William Hill IT Italiano

Il derby milanese tra Monza e Milano apre il campionato con una vittoria per 3-0 dei meneghini.

 

Era troppo tempo che aspettavamo.

Certo, l’estate azzurra con la nazionale ci ha fatto mancare la nostra passione, ma rivedere i nostri campioni, i nostri idoli ci mancava. In una superlega in cui tutte le squadre si sono rinforzate, lo spettacolo è iniziato sin da subito. La sorte ha voluto che la prima giornata si aprisse con il derby lombardo tra Milano e Monza. La squadra guidata da Piazza (Milano, ndr) si è imposta su Monza con un 3-0 facendo la differenza al servizio. Non è mancata alla squadra Soli la determinazione, ma forse la lucidità nei momenti chiave del match.

 

Sestetti 

Milano parte con la Abdel-Aziz_Sbertoli diagonale, Clevenot-Petric in banda, Alletti-Kozamernik centrali e Pesaresi libero. 

Monza schiera al Calligaro palleggio (che sostituisce Orduna per le prime quattro giornate a causa della squalifica dello scorso anno, ndr.), Kurek opposto, Dzavoronok-Louatí schiacciatori, Yosifov-Galassi al centro e Goi libero.

La gara 

Primo set: Si parte punto a punto con Monza che riesce a mantenere il +2; Nimir e compagni non ci stanno e con un turno al servizio molto efficace di Clevenot si impongono a suon di muri e contrattacchi (15-10). Si prosegue a distanza, ma la squadra di Piazza sembra aver trovato il giusto ritmo e Alletti chiude il parziale a favore dei meneghini.

Secondo set: Parte fortissimo Monza che, con 4 servizi di Calligaro, si porta sul 4-0. Milano cerca di reagire, ma Kurek dai 9metri respinge il tentativo di rimonta avversario (10-5). Milano riesce a strappare qualche punto ma Monza si mantiene sempre avanti. É un testa a testa serratissimo che si conclude solo ai vantaggi con l’ace decisivo di Petric. Milano si porta sul 2-0. 

Terzo set: La squadra si Soli, Monza, dopo un inizio punto a punto, fa molta fatica. Milano cresce soprattutto al servizio (molto bene Clevenot e Nimir) e in contrattacco. Clevenot mette a segno l’ace che vale il 21-14, Monza non molla con due ace di Louatí (22-17). Un servizio out di Kurek chiude la partita.

 

I commenti 

Yosifov: “Secondo me siamo partiti bene. Il primo e secondo set abbiamo giocato un’ottima correlazione muro-difesa, sprecando qualcosa in contrattacco. Abbiamo avuto un paio di occasioni per chiudere il set, poi non siamo riusciti a fare punto e ci siamo spenti. Dobbiamo sicuramente lavorare per migliorare ma i margini di crescita ci sono tutti. Giorno dopo giorno, partita dopo partita, giocheremo sicuramente meglio”.

Clevenot: “Il derby è sempre difficile. Il fatto che fosse la prima di campionato lo ha reso ancora più complesso. Il primo set siamo stati molto bravi a risalire quando eravamo in svantaggio e questo ci ha permesso di incanalare la gara sui binari giusti a livello mentale. Abbiamo una bella squadra ma dobbiamo lavorare. Abbiamo recuperato Sbertoli solo da due giorni: è troppo presto per dirlo ma possiamo fare grandi cose”.

 

In questo primo anticipo si può già notare che quest’anno, rispetto alla scorsa stagione, sarà ancora più dura. Combattere su ogni pallone sarà decisivo. In attesa di tutte le altre sfide, Milano e Monza avranno ora una settimana di tempo per limare tutti i dettagli.  

Verso le sfide di domani… lo spettacolo è tornato.

 

                                                                                                                                                                                                                                         Martina Albertini