FRANCIA, CI SIAMO ANCORA NOI!

Condividi su Facebook

Pallavolo
Pubblicato il 22-09-2019 da Luca Campobasso
Immagine
Luca Campobasso.
William Hill IT Italiano

L’Italia vince 3-0 la sfida che vale l’accesso ai quarti di finale. Martedì si gioca contro la Francia.

Se perdi sei fuori, se vinci vai avanti.
Inizia il momento più importante di questo europeo. Il momento che può essere definito come “non puoi più sbagliare” perché da adesso in poi conta solo vincere. Il rischio è che perdendo vedi il sogno europeo infrangersi. E di certo l’Italia non si è presentata a questo grande appuntamento con quell’obiettivo. Al contrario, gli azzurri vincono 3-0 contro la Turchia, con un ottimo Gabriele Nelli ma è il gruppo il punto di forza della nazionale. Perché dopo le prime difficoltà (alcuni ragazzi e membri dello staff sono stati colpiti da un virus intestinale e le murate subite dal capitano Zaytsev, ndr), la squadra si è compattata raggiungendo la vittoria.
Sestetti
L’Italia parte con Giannelli al palleggio, Zaytsev opposto, Juantorena-Antonov in banda, Piano-Anzani centrali e Balaso libero. Da circa metà del primo parziale, Blengini inserisce Nelli per Zaytsev (cambio molto efficace per gli azzurri).
La Turchia schiera la diagonale Eksi-Lagumdzija, Gungor-Gulmezoglu schiacciatori, Savas-Ulu al centro e Mert libero.
La gara
Primo set: E’ una sfida punto a punto, la Turchia serve bene ma gli azzurri riescono a mantenere 1/2 punti di vantaggio. Quando l’Italia accelera, la Turchia è sempre pronta a fermarla eccetto nel finale. Nelli chiude il parziale con due ace consecutivi.
Secondo set: Partenza migliore degli azzurri rispetto al set precedente con Anzani che trova il primo break al servizio (5-2). La squadra di Blengini mette in difficoltà la Turchia, il cambio palla avversario viene letto facilmente dagli azzurri che dilagano sul 21-13. Un attacco out di Ulu porta l’Italia sul 2-0.
Terzo set: Dopo un inizio punto a punto, Osmany Juantorena trova il break al servizio (8-4). Si procede sempre con un punto a punto a distanza; la Turchia si riavvicina mettendo sotto pressione gli azzurri in ricezione (molto insidioso il servizio di Karasu). Il turno al servizio di Anzani respinge Eksi e compagni sul 20-16. Un errore avversario al servizio porta la vittoria all’Italia. La vittoria di questo pomeriggio di consente di accedere ai quarti di finale contro la Francia. E’ una formazione già affrontata dagli azzurri che persero 3-1 durante la fase a gironi.
Ora l’Italia ha bisogno di riscatto. L’Italia vuole sognare, vuole vincere per puntare uno sguardo sulla tanto desiderata semifinale. Ma per farlo servirà la miglior Italia: concreta, determinata e grintosa.
Azzurri… crediamoci!

                                                                                                                                                                                        Martina Albertini