FINALMENTE CI SIAMO!

Condividi su Facebook

Campionato
Pubblicato il 17-10-2019 da Luca Campobasso
Immagine
timeout_stories.
William Hill IT Italiano

Da Domenica il via alla settantacinquesima edizione della Superlega italiana.

 

Finalmente ci siamo. Mancano pochi, anzi pochissimi giorni. Tante ore, tanti minuti, tanti secondi. Interminabili.
Cresce l’attesa, cresce il batticuore. Nei cuori di tutti i ragazzi, di tutti gli allenatori e i collaboratori delle diverse società, crescerà un’adrenalina tale da trasformarsi in voglia di vincere. Perché dopo la lunghissima estate delle nazionali (Volleyball Nations League, Qualificazioni Olimpiche, Europei e World Cup, ndr.) è il momento di rituffarsi nel campionato più bello del mondo.
Ci sono tanti cambiamenti in tutte le squadre eccetto le quattro big (Civitanova, Modena, Perugia e Trento, ndr.) che hanno cercato di mantenere il più possibile la linea dello scorso anno.
Alcune hanno preferito optare su allenatori diversi, come ad esempio Verona che ha riportato in Italia il plurivincente Radostin Stoytchev. Ma non solo, il coach belga campione del mondo con la Polonia, Vital Heynen, sostituisce Bernardi sulla panchina della Sir Perugia. A Modena è approdato Giani, a Milano Piazza ha preso il suo posto. Il direttore generale di Ravenna, Marco Bonitta, è passato dalla scrivania al campo... mancava questa senzazione provata qualche anno fa. Ci sono dei cambiamenti anche a livello organizzativo. In un primo momento si pensava che le squadre dovessero giocare il giorno di Natale, ma a fronte di una lettera del presidente Trentino Diego Mosna (neo presidente della Superlega in sostituzione a Paola De Micheli), la CEV ha deciso di disputare il primo turno di ritorno nel giorno di Santo Stefano. Cambia anche il pallone con il MIKASA V200W. Insomma, ci sono tanti cambiamenti, anche a livello di roster ma quel che è certo è il fatto che i campioni sono tutti in Italia: Leal, Leon, Boyer, Bruno, Anderson, Giannelli.... e molti altri. Ciascun capitano delle tredici squadre è pronto a guidare i propri compagni verso un solo obiettivo: vincere!
Tutti ci auguriamo di assistere a un campionato spettacolare, con partite intense, con ragazzi e allenatori che non molleranno mai. Perché, alla fine, se vuoi qualcosa vai e inseguila, punto!

Martina Albertini