CONTINUA LA CAVALCATA DI PERUGIA

Condividi su Facebook

Campionato
Pubblicato il 15-10-2020 da Luca Campobasso
Immagine
Sir Safety Perugia.
William Hill IT Italiano

La squadra di Heynen continua a vincere in
campionato anche contro Cisterna per 3-0.

14/10/20, ore 20:40
PalaBarton, Perugia
Arbitri: Gasparro-Frapiccini
MVP: Plotnskyi
Sir safety Conad Perugia-Top Volley Cisterna 3-0 (25-23/25-21/25-20)

E’ una Top Volley Cisterna più concreta, più
determinata rispetto alle altre sfide fino ad ora
giocate. È una Top Volley che, alla guida del neo
coach Kovac, cerca il riscatto contro una corazzata
come la squadra di Heynen. Perugia riesce sempre
a mantenere la lucidità nei momenti del match
giocati punto a punto soprattutto in chiave di
organizzazione e distribuzione di gioco, facendo del
muro e del servizio i fondamentali chiave del
match.

Sestetti
Perugia parte con la diagonale Travica-per Horst, Leon-Plotnskyi in banda, Solé-Russo al
centro e Piccinelli libero. Cisterna schiera Seganov al palleggio (sostituito poi da Sottile),
Szwarc opposto, Tillie-Randazzo schiacciatori, Krick-Rossi centrali e Cavaccini libero.
La gara
Primo set: Buon inizio della Sir che conduce sul 9-7 con un muro di Russo, ma Cisterna,
grazie all’ace di Szwarc, si porta sull’11-13. Perugia è molto fallosa in attacco, tanto che
scivola sul 12-15; si prosegue a distanza di uno/due punti ma l’ace di Plotnyskyi
consegna il parziale ai padroni di casa.
Secondo set: Ottima partenza degli umbri (4-0) grazie a un buon turno dai 9metri di
Plotnskyi; Cisterna riesce a riportarsi in parità ma Perugia scappa sul 13-9 e sul
successivo 19-13. L’ace di Onwelo segna il 22-19 ma l’errore in attacco di Szwarc porta
la Sir sul 2-0.
Terzo set: Il primo break è della squadra di Kovac sul 3-5 ma è un testa a testa
serratissimo. L’ace di Plotnskyi porta la Sir sul 18-16 ma Cisterna fa di tutto pur di

mettere in difficoltà i padroni di casa. L’attacco messo a segno da Ter Horst consegna la
vittoria a Travica e compagni.

I commenti
Kovac: “Noi sapevamo che Perugia si appoggia tanto sui loro battitori, tatticamente
abbiamo giocato molto bene solo che in certi momenti loro risolvono i loro problemi e lo
fanno con la battuta. Sicuramente potevamo fare
qualcosa in più dopodiché loro hanno trovato più
fiducia in loro stessi e hanno cominciato a giocare
bene. Ci manca un giocatore di peso, siamo
perdendo per quanto riguarda l’opposto e i centrali
ma sono fiducioso, continuiamo a lavorare”.
Heynen: “Si ho cambiato sestetto all’inizio ma l’ho
sempre detto che non ho una squadra di sei persone,
ma di tredici, quattordici; Russo torna da un
infortunio, Piccinelli aveva bisogno di giocare, è
ancora giovane. I giocatori hanno davvero trovato un
equilibrio, hanno trovato come lavorare insieme e oggi l’abbiamo dimostrato perché
eravamo sotto ma siamo riusciti a recuperare”.

Martina Albertini