CIVITANOVA VINCE LA COPPA ITALIA

Condividi su Facebook

Pallavolo
Pubblicato il 01-02-2021 da Luca Campobasso
Immagine
Lube.
William Hill IT Italiano

La squadra di De Giorgi vince 3-1 contro Perugia e
conquista così il primo trofeo dell’anno.

31/01/21, ore 18:00
Unipol Arena, Casalecchio di Reno (BO)
Arbitri: Cesare_Boris
Cucine Lube Civitanova-Sir Safety Conad Perugia 3-1 (25-17/18-25/25-17/25-17)
MVP: Simon

Un ballo caraibico, una sfida infinita. Questa
sera a ballare, a gioire, a cantare vittoria, ad
alzare il primo trofeo della nuova stagione è
Civitanova. Una prestazione da urlo, una
vittoria di squadra che ha messo in evidenza
quanto il gruppo, lo spirito di squadra siano
davvero fondamentali e importanti
soprattutto dopo aver perso il secondo
parziale. Dall’altra parte del campo, Perugia
ha cercato di non mollare, di contrastare i
campionissimi, ma è ceduta ai fondamentali
che oggi hanno fatto la differenza, ovvero muro e contrattacco.

Sestetti
Civitanova parte con De Cecco al palleggio, Rychlicki opposto, Juantorena-Leal in banda,
Simon-Anzani centrali e Balaso libero. Perugia schiera invece la diagonale Travica-Ter
Horst, Leon-Plotyntskyi in posto 4, Solè-Russo al centro e Colaci libero.
La gara
Primo set: Dopo un inizio punto a punto, Il primo break è della Lube sull’11-7 grazie
all’ace di Leal. Si prosegue a distanza di quattro, Perugia si riavvicina ma i tre muri di
Simon segnano il 18-12; l’ace di Leal dice 21-14 Civitanova, ma l’attacco in rete di Leon
porta in vantaggio i ragazzi di De Giorgi.
Secondo set: Ancora una partenza punto a punto ma il primo vantaggio è della Sir sul
10-15, trascinata da Plotyntyskyi dai 9metri. Si continua a distanza, la Lube sbaglia tanto
ma non molla, tanto che il muro di Yant su Leon segna il 17-19. Gli umbri allungano
ancora (17-22) con due muri consecutivi e vincono il set grazie al muro di Ter Horst su
Yant.

Terzo set: Nuovo inizio punto a punto ma la Lube trova un break fondamentale con Anzani
dai 9metri, si passa dal 12-11 al 19-11 con ben cinque muri consecutivi di Simon. Si
prosegue a distanza, la Sir fatica moltissimo, e l’errore in battuta di Leon segna il 2-1.
Quarto set: Ottima partenza dei marchigiani che con due ace di Simon e con il muro di
Juantorena su Atanasjievic si portano sul 10-4. Si prosegue ancora a distanza, si
combatte colpo su colpo, ma Civitanova è più determinata che mai, tanto che chiude la
partita con ben due muri e vince così la Coppa Italia.

I commenti
Juantorena: “Noi lavoriamo per vincere, il campionato italiano è il più bello del mondo, ci
si allena tutti i giorni per vincere, ci alleniamo per questo momento bellissimo che ripaga
tutto il nostro lavoro. Dispiace davvero tanto che non ci siano i tifosi ma penso che anche
loro ci hanno supportato tantissimo da
casa. Mercoledì li affrontiamo di
nuovo, loro sono primi in campionato
ma intanto ci godiamo la vittoria.
L’abbiamo visto ieri che Perugia è
stata bravissima, noi ci siamo detti
solo di fare il nostro gioco e che
avessero giocato come ieri ci sarebbe
stato solo da fargli i complimenti.
Sicuramente abbiamo fatto bene, ma
loro hanno sbagliato tanto, noi siamo
stati bravi e sono davvero contento
per questa vittoria. Anche dopo aver
perso il secondo set abbiamo alzato la
testa e abbiamo combattuto a testa

alta. Simon è stato davvero incisivo, sono davvero contento per lui”.
Travica: “Intanto complimenti alla Lube, hanno davvero meritato di vincere questa partita.
Noi volevamo fare di più e potevamo fare di più in certi fondamentali che ieri ci sono
venuti meglio; non è mai facile ripetersi, non è mai facile essere costanti con squadre di
questo calibro tecnico, spero che sia una “lezione” che ci serva per il futuro, che è l’unico
modo per metabolizzare questa sconfitta che per adesso fa molto male, però, insomma,
si va avanti. Si riparte andando in palestra con umiltà, cercando di capire dove si poteva
fare meglio, quello è il nostro scopo.

Martina Albertini