CIVITANOVA, INIZIO SUBITO VINCENTE

Condividi su Facebook

Campionato
Pubblicato il 21-10-2019 da Luca Campobasso
Immagine
Luca Campobasso.
William Hill IT Italiano

 

La squadra di De Giorgi batte 3-0 la neopromossa Piacenza. 

 

“E torniamo a rivedere le stelle”_ “chi la maglia ha onorato non verrà dimenticato”

I tifosi di Civitanova inaugurano così la stagione, con una partita che significa molto per loro. Perché dall’altra parte del campo, c’è lo storico capitano della Lube: Dragan Stankovic. Ma L’emozione non lo preoccupa e non preoccupa nemmeno tutta la squadra, perché Piacenza non si lascia intimidire dal fatto di giocare contro i campioni d’Italia e d’Europa (da qui lo striscione del pubblico di casa). Il match si conclude con 3-0 in cui Civitanova fa la differenza in cambio palla e al servizio (molto bene Simon).

 

Sestetti 

La Lube parte con Bruno in regia, Rychlicki opposto, Juantorena-Leal in banda, Anzani-Simon al centrali e Balaso libero. Piacenza schiera la Cavanna-Nelli diagonale, Kooy-Berger schiacciatori di posto 4, Stankovic-Krsmanovic al centro e Scanferla libero. 

La gara 

Primo set: Parte molto bene la squadra di Andrea Gardini (Piacenza, ndr) con un doppio ace di Krsmanovic che segna il 3-1. La Lube pareggia i conti e si porta sul 8-6 con Rychlicki dai 9metri. E’ un continuo testa a coda seratissimo, le due squadre si recuperano a vicenda. Il finale si chiude ai vantaggi con un muro di Juantorena che vale il 26-24 Civitanova.  

Secondo set: E’ ancora una partenza punto a punto ma Juantorena e compagni riesco a mantenere un break di vantaggio. La serie di Simon al servizio mette in grossa difficoltà Piacenza che sprofonda sul 10-5. Nonostante ciò, il team di Gardini riesce a recuperare (efficaci le battute di Cavanna e Nelli) e a portare il parziale ai vantaggi. Un’invasione di Kooy consegna il 2-0 ai padroni di casa. 

Terzo set: Un nuovo punto a punto apre il terzo set. Ma l’equilibrio si spezza con un ace di Leal (7-5) e uno di Simon (9-6). La Lube mette in campo giocate spettacolari, Bruno orchestra al meglio la sua squadra mentre Piacenza non riesce più ad essere decisiva come nel primo set. Un servizio di Nelli in rete chiude la partita. 

 

I commenti 

Anzani: “La prima volta con una nuova maglia è sempre emozionante, ero un po’ teso all’inizio ma una volta che sono entrato in campo è sparita l’emozione per dare spazio all’adrenalina. Avevamo voglia di vincere ed è andata bene, sono molto contento del risultato, non è facile dopo 2 giorni di allenamenti insieme essere brillanti. Ci eravamo detti di giocare azione dopo azione e così abbiamo fatto”.

De Giorgi: “Il bilancio della gara è positivo per due aspetti, innanzitutto i tre punti, poi perché sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire e per questo ci siamo chiesti di avere l’atteggiamento giusto giocando punto per punti, aggiungendo la qualità individuale che in certi momenti può fare la differenza. I ragazzi sono stati bravi, abbiamo tenuto e non ci siamo mai spazientiti”

 

La Lube è tornata: competitiva, gritosa, determinata. Per arrivare al livello raggiunto lo scorso anno bisognerà attendere; molti dei suoi giocatori sono reduci da un’estete assai impegnativa con le rispettive nazionali, perciò solo con il tempo si potrà arrivare a un gioco ancora migliore. Piacenza invece deve consolidare ritmo ed efficacia, perché rispetto all’A2 il gioco è un pò diverso. La bella notizia per tutti i tifosi è che il volley dei nostri idoli è tornato. 

 

                                                                                                                                                                                                                                                  Martina Albertini