2019..COSA CI RICORDEREMO?

Condividi su Facebook

Pallavolo
Pubblicato il 02-01-2020 da Luca Campobasso
Immagine
Nimir Abdelaziz.
William Hill IT Italiano

Tante buonissime prestazioni a livello individuale ma anche a livello di squadra.

 

Per alcuni quando finisce un anno è tristezza per via di molti ricordi che se ne vanno, per altri l’anno nuovo viene visto come un’occasione di cambiamento di qualcosa che magari non è andato come si sperava. Per cui i 365 giorni appena passati sono stati un mix di gioie, di delusioni, di vittorie e di sconfitte. Dal punto di vista pallavolistico, oltre ai numeri si guardano le vittorie e come per le scorse stagioni, c’è sempre chi domina la scena.

Ripercorrendo il campionato dal 1° Gennaio al 31° Dicembre sono state disputate ben 25 giornate di Regular Season (11 per la stagione 2018/29 e le restanti 14 per quella in corso), ma bisogna tener conto anche delle sfide dei play off scudetto 2018/19, della coppa Italia 2018/19 e della Supercoppa 2019 disputata a Novembre.

A livello individuale sono emersi e si sono riconfermati alcuni talenti. Si veda l’opposto olandese Abdel-Aziz: egli spicca per il massimo numero di punti messi a segno in un match (41), ace (10) e attacchi (36) ricevendo ben 10 premi mvp, uno in meno di Leon. Quest’ultimo non ha deluso le aspettative della squadra del patron Sirci ma non dimentichiamoci nemmeno le prestazioni di Leal, Atanasjievic, Kovacevic e Zaytsev.

Tra le migliori performance dell’anno va anche citata un’ingente barriera di opposti tra cui Petkovic, Sokolov, Hernadez, Kurek e Ryclicki.

Per quanto riguarda il numero di ace, oltre ai già citati Abdel-Aziz, Leon e Hernandez si aggiungono anche Boyer, Veron-Evans, Zaytsev e Dzavoronok.

Per il fondamentale del muro si sono distinti gli italiani Piano, Polo e Mazzone e tre stranieri Ghafour, Simon e Yosifov.

Analizzando il percorso dei diversi team, Civitanova e Perugia hanno raggiunto il top.

Il 2019 verrà ricordato come l’anno del triplete per la Lube: scudetto, champions League e mondiale per club hanno arricchito la bacheca bianco-rossa. Perugia ha invece ottenuto la coppa Italia e la Supercoppa. Ma da non dimenticare è anche la squadra di Lorenzetti che ha trionfato nella conquista della coppa Cev.

Se nella scorsa stagione il divario tra le quattro big (Civitanova, Modena, Trento e Perugia) era quasi netto rispetto alle altre, quest’anno non è così. Il loro dominio è stato interrotto da Milano che, contemporaneamente, ha aperto a una “rivoluzione” nel classifiche della superlega.

A guidarci in questo 2020 ci sono molti eventi: il girone di ritorno di Regular Season, i playoff, la volleyball nations League. Ma quello che spicca tra tutti sono le olimpiadi, il sogno di ogni sportivo.

Non ci resta quindi che aspettare e goderci questi intensissimi 366 giorni di grande pallavolo.

 

Martina Albertini